News

Assocamp a Roma per ribadire il suo impegno per l’IVA agevolata al 4%

Il 10 giugno 2024 si è tenuto a Roma, nella Sala della Regina del Palazzo Montecitorio, l’evento “Il turismo inclusivo come fattore di crescita”, promosso dall’Onorevole Simonetta Matone e dall’associazione Ruote a Spasso APS. Questo incontro ha posto al centro dell’attenzione il ruolo cruciale del turismo inclusivo nello sviluppo economico e sociale. L’evento ha visto gli interventi di numerose personalità nel campo del turismo inclusivo e della gestione dei parchi nazionali e archeologici. Tra questi, Massimo Fiori, Presidente di Ruote a Spasso APS, Giorgio Guardi, Co-founder di Radici APS, Vincenzo Bellelli, Direttore del Parco Archeologico di Cerveteri e Tarquinia (PACT), Simone Quilici, Direttore del Parco Archeologico dell’Appia Antica, Luciano Sammarone, Direttore del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

L’evento “Il turismo inclusivo come fattore di crescita” ha rappresentato un importante momento di riflessione e dibattito, con relatori che hanno portato diverse prospettive e soluzioni per promuovere un turismo accessibile e inclusivo. Il discorso di Ester Bordino, Presidente di Assocamp, in particolare, ha sottolineato le sfide e le opportunità legate alla mobilità in camper per le persone con disabilità, ispirando un impegno comune verso un futuro più equo e inclusivo per tutti.

Ester Bordino, ha iniziato il suo intervento mostrando un filmato realizzato da Danilo Ragona e Luca Paiardi, due viaggiatori straordinari che dimostrano le potenzialità dei camper per le persone con disabilità e la libertà che questa forma di turismo può offrire loro.

“Assocamp l’associazione che ho l’onore di presiedere, facente parte di Confcommercio, rappresenta da 35 anni il 95 % dei concessionari e noleggiatori di camper e caravan in Italia ed è attiva anche nel sociale, da anni sta combattendo per ottenere che anche le autocaravan, quelle che tutti chiamiamo camper, vengano inserite nella legge 104 che attualmente permette alle persone con disabilità di acquistare un’auto, un furgone con l’Iva al 4 % ma non un camper” ha dichiarato Ester Bordino. “Siamo qui a riportarvi l’esigenza di tante famiglie che necessitano di acquistare un camper perché sarebbe per loro l’unico modo per poter portare i propri cari fuori dalle mura domestiche. Ci chiedono di poter essere aiutati nell’acquisto tramite l’iva agevolata e questo al momento non è possibile. Questa discriminazione assurda va avanti ormai da troppo tempo e alla scusa che viene accampata da alcuni amministratoti che temono un abuso sull’IVA 4%, come succede per le auto, rispondiamo che vanno fatti dei controlli in entrambi i casi.”

Bordino ha parlato delle difficoltà che le famiglie affrontano a causa di questa discriminazione e ha spiegato come un camper potrebbe offrire una soluzione multifunzionale, permettendo alle famiglie di spostarsi in modo autonomo e flessibile con tutte le attrezzature necessarie. Ha sottolineato che “ogni adulto o bambino con qualsiasi tipo di disabilità ha bisogno di una continuità affettiva nella vacanza,” e come il camper possa fornire un ambiente familiare e sicuro, fondamentale per il benessere psicologico di queste persone.

Bordino ha ricordato il lavoro di Assocamp con l’associazione “Impronte nell’Anima” per la pet therapy, e la necessità di continuità, stabilità e accettazione per le persone con disabilità. Bordino ha anche menzionato la raccolta firme che si è svolta al Salone del Camper per ottenere l’IVA al 4% che in soli 2 mesi ha ottenuto più di 5000 adesioni, dimostrando un forte sostegno pubblico alla causa.

In conclusione, Bordino ha fatto appello alla necessità di modificare la legge 104 per includere i camper tra i veicoli che possono usufruire dell’IVA agevolata al 4%, sottolineando che “le nostre richieste unite alle voci di quanti ne hanno necessità aspettano da tempo che questa discriminazione finisca al più presto.”